[Aldnoah: Zero]

Ho iniziato a vedere questo anime, non sembra malaccio… sicuramente mi ha interessato abbastanza da volerlo finire, ho invece abbandonato Argevollen che onestamente è fatto piuttosto male.

Pubblicato in Chiacchiere, Serie, Work in progress | Lascia un commento

HORA! HORA! HORA!

In attesa che si decida il mio destino, le ferie estive si stanno avvicinando. Oddio, mi sono impegnato a lavorare, però magari si vede qualcosa… nel frattempo, mi son visto 16 episodi di JoJo no Kimyou na Bouken: Stardust Crusaders che mi fa fare un bel tuffo nel passato. AH che tamarrata! Però devo vederlo!

Pubblicato in Chiacchiere, OldieButGoldie, Serie | Lascia un commento

Pausa estiva?

Mmmh, non vedo nulla da un po’… a parte che c’è poco da vedere, prima del prossimo autunno. É ora di finire katanagatari…

Pubblicato in Serie | Lascia un commento

[Sidonia no kishi] Olè!

… ci sarà una seconda stagione quest’autunno/inverno!

Nel frattempo, come spesso accade ormai conviene aspettare le versioni da BD che contengono ormai scene aggiuntive… che schifo. C’è da dire che in Giappone spesso le commercializzano subito dopo la serie, come in questo caso.

 

Pubblicato in Serie | Lascia un commento

[Sidonia no kishi] Per fortuna che esistono ancora autori geniali…

… e produttori che rischiano di generare un anime. In questo caso il genio indiscutibile di Tsutomu Nihei è stato trasposto in un lavoro molto fedele da dei produttori di grafica 3d e videogiochi. In effetti il risultato è fin troppo “asettico” e si vede la mancanza di esperienza in campo anime, l’animazione è poco morbida, il livello, per capirci è quello dei filmati di final fantasy, tuttavia mi posso tranquillamente sbilanciare sul fatto che questa serie viaggia sull’85-95/100. La ragione è che gli scenari futuristici / cyberpunk di Nihei sono quasi perfetti o, per lo meno, fortemente originali e innovativi e l’anime ne rispetta in pieno lo spirito, la storia non è banale e il carisma che trasmette è totale.

Nihei non è uno che spara a casaccio come, che ne so, un Miura o Hagiwara, ma è come Samura o Urasawa: hanno tutto bene in mente dall’inizio.

Ah! e in più la sigla di fine sta diventando una droga! Show di Eri Kitamura.

Purtroppo solo 12 episodi per serie ma la seconda serie dovrebbe essere già stata annunciata (2015? speriamo in un raro caso di primavera/autunno).

 

Pubblicato in Chiacchiere, Work in progress | Lascia un commento

Kyoukai no Kanata

Titolo: Kyoukai no kanata

La serie tratta le vicende di un gruppo di sensitivi combattenti che affrontano degli spiriti che rappresentano genericamente la negatività e che se non venissero controllati condizionerebbero il futuro dell’umanità… insomma la solita roba. Ricorda molto Shakugan no Shana (oddio, adesso mi sovviene che la terza serie non sono riuscito a vederla, quasi quasi…). La storia ruota attorno ai due protagonisti: lui una mezzombra che ospita il demone definitivo (al di là dell’orizzonte o qualcosa del genere), mentre lei è la cacciatrice dal sangue maledetto che è in grado di distruggerlo. Ovviamente alla fine si salvano capra e cavoli.

Altre info: 12 episodi dal 03.10.2013 al 19.12.2013

Versione italiana? Non credo.

Animazione e Disegno: 7 Molto standard “serie scolastiche” il CD, ottima l’animazione degli scontri.

Storia e innovazione: 6 Il solito, non mi ha colpito granchè, ma il finale è carino anche se non molto comprensibile. Ci stava anche una fine negativa, ma non è questo il tipo di serie che si permette un tale lusso.

HR: A parole… con risvolti comici da sit-com.

Sigla / Suoni: Discreto, belline le sigle un po’ da idol.

Carisma: Interrotta dopo 2-3 episodi decido di finirla. I primi episodi in realtà sono la fiera dello stereotipo e la voglia di finirla arriva solo dopo metà serie.

Totale: 64/100 Appena sufficiente. Fosse stata tecnicamente un po’ sotto non l’avrei finita.

Pubblicato in Recensione, Serie | Lascia un commento

[CROSS-GAME] …è sempre il solito Adachi – finito

Finito di vedere Cross Game, anime del 2009 in 50 episodi…

Forse la migliore edizione della storia di Adachi: baseball, una quantità di ragazzi e ragazze che si contendono a vicenda e una tipa che all’inizio odia il protagonista, che però è perfetto sotto ogni punto di vista, ma poi si innamora o comunque finiscono per stare insieme. Banale? Sì, però… con un grosso però… però la maniera come questa storiella viene raccontata è unica. La storia ha così tanti punti di contatto con Touch, H2, Slow Step ecc. che è abbastanza difficile distinguerle per un profano di Adachi, vorrei dire che questa è la versione più “adulta” ma in realtà tutti i rapporti vengono ancora solo desunti dalle immagini. E’ la caratteristica principale di Adachi: non ci sono i pensieri dei personaggi, ma tutto di desume dagli atteggiamenti e dalle azioni dei personaggi. Anche l’agnizione finale è spesso sottintesa con un gioco di parole o comunque indirettamente. In Cross game, solo negli ultimi 10 minuti di una serie di 50 episodi si sente il protagonista in un flashback che dice ad Aoba (la “Lei” della serie) che è la persona più importante del mondo, ma lei non ammette mai di ricambiare i suoi sentimenti ammettendo semplicemente di avergli sempre mentito quando diceva che lo odiava… wow più involuto di così! Vabbeh, voto complessivo 75/100, dopotutto mi son guardato 50 episodi in 10 giorni..

 

Titolo: Cross Game

Altre info: 50 episodi dal 5/4/2009 al 28/03/2010

Versione italiana? non so, ma di solito le traducono le cose di Adachi

Animazione e Disegno: 6 il meglio di Adachi… abbastanza modesto comunque, bella l’animazione sportiva del baseball

Storia e innovazione: 8 L’evoluzione e il carattere di tutti i personaggi e la maniera di raccontare di Adachi è unica.

HR: n.p. su una scala da 1 a 10 direi -3/-4

Sigla / Suoni: Nella norma, belline le sigle

Carisma: Totale: visti 50 episodi in 10 giorni

Totale: 75/100 Non commento ulteriormente: ho già spiegato tutto prima… stiamo comunque parlando dell’anime in 13° posizione di anidb…

Pubblicato in Chiacchiere, Work in progress | Lascia un commento